Volley, Abo Offanengo premiata dall’Amministrazione comunale per la promozione in B1 femminile - TreviglioTv

aboragazzefesta.jpg

Offanengo. Dai festeggiamenti in campo a quelli in sala. A celebrare la promozione in B1 femminile dell’Abo Offanengo è l’Amministrazione comunale del paese cremasco, con la Giunta guidata dal sindaco Gianni Rossoni (tra l’altro appassionato tifoso delle neroverdi) che intende elogiare pubblicamente il sodalizio pallavolistico. L’appuntamento è per venerdì 16 giugno alle 21 nella sala Aldo Moro di Offanengo; nell’occasione, verranno festeggiate le promozioni dell’Abo in B1 femminile di volley e dell’Us Offanenghese, che ha centrato il salto nell’Eccellenza calcistica.

 

StampaEmail

Tutti in campo per la piccola Matilde, in lotta contro una malattia rarissima - TreviglioTv

matilde.jpg

A Spirano una partita di calcio per raccogliere fondi per «Abm», l’associazione per la tutela del bambino con malattie metaboliche.

La manifestazione, organizzata con il patrocinio del Comune e della polisportiva di Spirano vedrà scendere in campo giocatori di Serie D e Lega Pro, compreso l’ex atalantino Ferreira Pinto che si sfideranno per raccogliere fondi per migliorare gli spazi e potenziare la struttura del centro metabolico oltre che sostenere la ricerca. L’iniziativa è organizzata dallo spiranese Mirko Ferri che da quasi due anni lotta contro la malattia della sua piccola Matilde: la bambina soffre infatti di una malattia metabolica rarissima, chiamata «deficit della proteina trifunzionale mitrocondiale». E' un difetto della beta ossidazione degli acidi grassi che può dare cardiomiopatia, ipoglicemia, acidosi metabolica, miopatia dei muscoli scheletrici e neuropatia che al momento affligge soltanto 100 persone in tutto il mondo. «A causa della sua malattia - spiega la mamma Marta alle tante persone che seguono “Mati” su facebook - siamo spesso in ospedale perché basta una piccola infezione che il suo equilibrio si spezza perdendo tonicità nei muscoli, quali arti, cuore, polmoni. Per ora si e' sempre ripresa fortunatamente ma non sappiamo quale sarà il suo futuro in quanto lei è l’unica in vita con la sua forma neonatale». Matilde però ha saputo lasciare a bocca aperta i medici, che avevano avvisato papà Mirko e mamma Marta del fatto che la loro piccolina, con ogni probabilità, non avrebbe superato l’anno di vita. Di anni però Matilde ne ha compiuti due, in barba alle statistiche e alle previsioni dei dottori.

La mamma che la accudisce ha creato una pagina Facebook «Matilde6unica» per permettere ad amici e conoscenti di seguire la lotta della piccola contro il Cpk, un enzima il cui valore si attesta di solito tra 150 e 300 e che nella bimba ha raggiunto picchi di 50mila.

Cifre spaventose che più di una volta hanno fatto temere il peggio a mamma e papà ma contro quale Matilde ha sempre vinto alla grande.

Non esiste una cura per la malattia rarissima della piccina e solo la ricerca potrà fornire delle risposte. Nel fratempo mamma Marta si batte anche per migliorare le condizioni di degenza dei piccoli ospedalizzati e dei genitori: zanzare, aria condizionata,poltrone letto per mamma e papà, bagni. Cose apparentemente di poco conto che però, per chi come Marta e Matilde è costretto a vivere anche per diversi mesi in una stanza di ospedale, possono fare davvero la differenza: «Ci sono tante mamme che come me vorebbero il meglio per i loro figli malati - spiega Marta su Facebook - che devono trascorrere mesi in ospedale in condizioni critiche. Se uniamo le forze come associazione e come simpatizzanti forse riusciremo ad migliorare i servizi e la struttura». «Un appello - ha commentato l’assessore Yuri Grasselli - al quale gli Spiranesi non mancheranno di rispondere»

StampaEmail

Notte bianca: è contesa tra Ghisalba e Martinengo - TreviglioTv

notte bianca.jpg

Due notti bianche nel raggio di cinque chilometri, a Ghisalba e a Martinengo. Programmi all’avanguardia, ma c’è chi critica il mancato coordinamento tra i due paesi limitrofi: puntando entrambi sul 29 luglio, infatti, c’è chi parla di rischio boomerang. I due paesi tenderanno a «mangiarsi» visitatori.

Una notte bianca speciale quella di Ghisalba, che si aprirà con un record dalla valenza sociale rilevante che ha come obbiettivo sensibilizzare l'opinione pubblica in merito a un tema troppo spesso nella cronaca italiana: La violenza sulle donne. 1740 saranno infatti le persone chiamate a presenziare al record «Most people wearing red shoes», Il più alto numero di persone che indossa scarpe rosse. Un numero non casuale ma preso dalle statistiche: 1740 è il numero di donne assassinate dal proprio compagno, marito, fidanzato o presunto dal 2007 al 2016.

L'associazione di Treviglio «Casa delle donne» legata al movimento argentino «Non una di meno» è stata coinvolta in quest'avventura per sensibilizzare l’opinione pubblica in merito ai numerosi progetti in atto per la tutela delle donne vittime di violenza e dei loro figli minori. Michela Vezzoli, dello Studio Comunicazione e Marketing di Martinengo, con Coordinamento Evento, PR Media hanno organizzato l'evento.

«Qualche settimana prima dell'evento vorremmo realizzare con alcuni artisti degli scatti fotografici ritraendo il voto di donne dipinte con segni di violenze per future campagne sociali - ha detto Michela Vezzoli - mentre in uno spazio mostra saranno esibiti dei lavori artistici dal tema la violenza sulle donne realizzati da ragazzi della scuola superiore».

Per dare maggiore rilievo al progetto, l'assessorato al commercio, guidato da Luciano Fratus di Ghisalba a cui fa riferimento il comitato organizzativo, ha chiesto alle istituzioni Provincia, Regione e Ministero, di patrocinare l'evento.

Candele a Martinengo

Più legata invece alla splendida architettura del centro storico cittadino invece la notte delle candele di Martinengo. Qui sarà di scena la città medievale, con le sue atmosfere romantiche scaldate da centinaia di candele. Negozi aperti, musica, aperitivi e buon cibo e stand (tra le altre cose, per gli appassionati, si potrà gustare ottima birra artigianale), accompagnati da ospiti di caratura nazionale.

Coordinamento ko

«Il mancato coordinamento rischiano di pagarlo i commercianti - attacca però Sara Paratore, referente del Meetup Martinengo - Si poteva tranquillamente scegliere un altro giorno per organizzare l’evento. Oppure, meglio ancora, dal momento in cui Ghisalba organizza una notte bianca dall’alto significato sociale, Martinengo avrebbe potuto sostenere magari organizzando un evento in collaborazione, con lo stesso spirito».

StampaEmail

A Cremona la festa delle ciliegie - TreviglioTv

ciliegie.jpg

Con Campagna Amica “Festa delle ciliegie” al via. E alle 10,30 ‘torte del contadino’ per i primi due anni del mercato degli agricoltori nel salotto di Cremona.

Le ciliegie (ma anche pesche, albicocche, meloni) sono protagoniste oggi in piazza Stradivari, al Mercato di Campagna, che alle ore 8 puntuale ha preso il via proponendo ai cremonesi una giornata nel segno della buona frutta made in Italy. La “festa delle ciliegie” organizzata dagli agricoltori di Coldiretti Cremona – con vendita di ciliegie a un prezzo amico e giochi a tema rivolti ai bimbi – prosegue, sotto i gazebo gialli, per l’intera giornata. Non mancano, naturalmente, tutti gli altri ‘frutti’ dell’agricoltura cremonese e lombarda (dalla verdura ai formaggi, dai salumi ai prodotti da forno, senza dimenticare miele, vino, pasta, riso, succhi, confetture, olio, prodotti di bufala e di capra, lumache, zafferano).

Per sottolineare “i primi due anni di Campagna Amica in piazza Stradivari”, alle 10.30 gli agricoltori propongono una degustazione gratuita di dolci a km zero. Una lunga tavolata di ‘torte del contadino’ è stata apparecchiata nel salotto della città, con invito rivolto a tutti i presenti. Dedicato ai più piccoli – e come sempre particolarmente affollato – è il gazebo-bimbi, dove i piccoli agricoltori possono costruire la propria fattoria o partecipare a giochi e laboratori. Oggi, dedicata ai più piccoli, c’è una ulteriore sorpresa: il ritorno – a grandissima richiesta – dei trattori a pedali, che permettono ai bambini di dare una mano agli agricoltori, aiutandoli (con trattore, carro e cappellino giallo d’ordinanza) nella ‘consegna’ delle ciliegie.

L’appuntamento – proposto nell’ambito del percorso “Le 4 stagioni di Cremona”, con il patrocino del Comune – prosegue nel pomeriggio.

StampaEmail

Contattaci

 

Contatta la redazione di Treviglio TV.
Lo staff è a tua disposizione per qualsiasi esigenza.

Pubblicità

Contattaci per la tua pubblicità su Treviglio TV.

Troverai vantaggiose offerte per la tua campagna pubblicitaria.

Copyright

Copyright © 2011 Treviglio Tv 

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.