Quarant’anni da «L’albero degli zoccoli». I sindaci omaggiano Olmi - TreviglioTv

 

albero zoccoli.jpg

Un accordo tra i sindaci della zona per festeggiare il quarantesimo anniversario del film «L’albero degli zoccoli» di Ermanno Olmi per l’anno prossimo.

Si è tenuta martedì scorso la prima riunione in Comune a Mornico alla presenza del presidente della provincia Matteo Rossi e i sindaci dei Comuni coinvolti, per delineare l’accordo che prevede la messa in campo di iniziative volte a promuovere la cultura e le tradizioni contadine della Bassa bergamasca. Entusiasta il presidente Rossi: «Come bergamasca dovremo saper onorare l'opera di Olmi rileggendo il patrimonio identitario e culturale che ci ha lasciato in chiave di sviluppo del territorio» ha commentato.

Presenti all’incontro i sindaci di Palosco, Cividate, Cortenuova, Calcinate e Martinengo, luoghi chiave in cui sono state girate le scene del film, premiato con la palma d’oro al festival di Cannes nel 1978.

Il quarantesimo anniversario rappresenta una grande occasione per rilanciare una serie di attività che favoriscano la memoria della storia e delle tradizioni, che stimolino la promozione culturale e il valore del territorio e il turismo che intende scoprire la zona nella sua completezza: bellezze naturali, patrimonio storico-artistico, cultura e tradizioni locali, produzioni agricole e gastronomiche.

Verrà stabilito un Comune capofila che avrà in mano la regia di tutti gli eventi e i singoli Comuni si impegneranno a collaborare con la finalità di rafforzare l’identità culturale e le potenzialità di sviluppo del territorio tramite la divulgazione, la memoria e la valorizzazione del film di Ermanno Olmi, collaborando con l’Ufficio Iat di Martinengo per la diffusione delle informazioni e iniziative nella formazione del progetto organico e di qualità chiamato «40esimo albero degli zoccoli».

StampaEmail

Oggi è la giornata mondiale del libro - TreviglioTv

Libriditesto-1.jpg

Questa giornata ha origini spagnole, ma è anche la data di morte di due grandi della letteratura: Miguel de Cervantes e William Shakespeare.

Il 23 aprile, da ormai vent’anni, in tutto il mondo si celebra la Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore: un’iniziativa patrocinata dall'Unesco, che promuove la lettura e la pubblicazione dei libri come strumenti indispensabili per la diffusione della cultura. La giornata ha origini particolari, che affondano le radici nel cuore della Spagna. Perché il 23 aprile? La Giornata del libro parla spagnolo: l’iniziativa infatti fu pensata nei lontani anni Venti da uno scrittore di Valencia, Vincent Clavel Andrés. Il 6 febbraio del 1926 l’allora sovrano di Spagna, Alfonso XIII, ufficializzò la “Giornata del libro spagnolo” scegliendo come data emblematica quella del 23 aprile. Una data significativa in quanto festa di San Giorgio, patrono di Barcellona e della Catalogna: la tradizione, di origine medievale, vuole che in questa giornata ogni uomo regali una rosa alla sua donna. Per onorare l’usanza, il 23 aprile i librai di tutta la Spagna regalano una rosa per ogni libro venduto: ecco perché questa giornata è conosciuta anche come “Giorno delle rose”. Ma c’è un’altra coincidenza affascinante, che lega il 23 aprile alla letteratura: in questo stesso giorno, nel 1616, muoiono Miguel de Cervantes e William Shakespeare.

Ecco alcuni dati da guinness dei primati nel mondo dei libri:

Il libro più grande pubblicato è un’edizione de Il piccolo principe che misura 2,01 metri per 3,08 metri e contiene 128 pagine. Edito dalla Eidouro Gráfica e Editora Ltda è stato presentato alla Biannual Book Fair of Rio de Janeiro del 2007.

Il più vecchio libro stampato meccanicamente è l’edizione della Bibbia stampata nel 1455 a Magonza (Germania) da Johann Gutenberg.

L’autore con il libro più tradotto nel mondo è L. Ron Hubbard: il suo La via della felicità è stato pubblicato in 70 lingue fra cui hindi ed uzbeko.

Il libro più venduto nella storia dell’umanità è La Bibbia. Secondo una stima della Bible Society fra il 1815 e il 1975 ne furono stampati 2,5 miliardi di esemplari, ma studi più recenti hanno raddoppiato questa cifra portandola a 5 miliardi di copie stampate.

La libreria più grande del mondo, la Barnes Noble Bookstore che si trova a New York City e si sviluppa su di una superficie di 14.330 metri quadrati (come due campi da calcio) e 20,71 km di scaffalature (la distanza che separa Pisa da Livorno).

StampaEmail

Lombardia: app wikivaccini per sensibilizzare le famiglie - TreviglioTv

vaccini.jpg

"Da oggi e' disponibile la versione finale e completa di Wikivaccini, l'app di Regione Lombardia che aiutera' i genitori lungo il percorso decisionale in tema di vaccinazioni. Uno strumento innovativo che risponde efficacemente a un bisogno di maggiore informazione". Lo ha
detto l'assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera in occasione del lancio della versione finale dell'app Wikivaccini.

CALENDARIO VACCINALE - "Per accedere a tutte le funzionalita' offerte dall'app - ha spiegato Gallera - e' necessario registrarsi nell'area 'Calendario delle vaccinazioni' inserendo alcuni dati. Bastera' indicare il nome, il sesso e la data di nascita dei propri figli, questo permettera' di annotare nell'app gli appuntamenti vaccinali dei propri figli e ricevere i promemoria con le scadenze direttamente sul proprio smartphone".

AUTOVALUTAZIONE STATO VACCINALE - "Tramite l'app - ha spiegato l'assessore - e' possibile compiere una un'autovalutazione dello stato vaccinale dei propri figli. In base alla data di nascita e al sesso, il sistema propone una domanda che riepiloga i vaccini che il figlio dovrebbe aver fatto. In base alla risposta del genitore, viene mostrato un messaggio con le indicazioni e le
informazioni necessarie per rimanere sempre in linea con il percorso vaccinale".

SERVIZI APP - "Senza la registrazione - ha sottolineato l'assessore Gallera - gli utenti potranno comunque beneficiare di alcuni servizi utili, come consultare le risposte degli esperti alle domande e ai dubbi piu' frequenti, consultare l'offerta vaccinale completa di Regione Lombardia, trovare il
centro vaccinale piu' vicino e fare un semplice test per verificare la propria conoscenza sui vaccini".

SENSIBILIZZARE FAMIGLIE - "L'app Wikivaccini - ha ricordato ancora Gallera - e' uno degli strumenti concreti messi in campo da Regione Lombardia per sensibilizzare le famiglie lombarde a
tutelare la salute dei propri figli sottoponendoli alle vaccinazioni previste dal piano regionale".

COINVOLGIMENTO PEDIATRI - "Il 20 aprile - ha concluso l'assessore Gallera - 1300 pediatri di base hanno ricevuto dalle Ats l'elenco con il nominativo dei circa 5.000 bambini su 86.503, coorte 2014, (cioe' nati nel 2014) che risultano ancora scoperti dai due momenti vaccinali di riferimento per l'infanzia, ovvero l'adesione a 3 dosi di vaccino esavalente e alla prima dose di vaccino trivalente, affinche' attivino un confronto o una riflessione con i genitori per capire le
motivazioni che hanno impedito la vaccinazione e favoriscano il recupero della copertura".  

StampaEmail

Contattaci

 

Contatta la redazione di Treviglio TV.
Lo staff è a tua disposizione per qualsiasi esigenza.

Pubblicità

Contattaci per la tua pubblicità su Treviglio TV.

Troverai vantaggiose offerte per la tua campagna pubblicitaria.

Copyright

Copyright © 2011 Treviglio Tv 

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.