+VIDEO+ Arresti e sequestri di droga, maxi operazione dei carabinieri alle Torri - TreviglioTV

6,178
by Jessica Taborelli, 3 months ago
4 1

Redazione, 9 marzo 2017

Sei arresti, due denunce, sette clandestini rintracciati e oltre un chilo di hashish e cocaina sequestrati dai carabinieri al termine dell'operazione "Zingonia 3" scattata questa mattina all'alba.



E' positivo il risultato delle massicce operazioni di perquisizione e controllo eseguite sin dalle prime ore dell’alba alle Torri di Ciserano. Impegnati per ore i carabinieri della Compagnia di Treviglio affiancati dai militari del Comando provinciale di Bergamo e dai Reparti di specialità dell’Arma dei Cinofili e degli Elicotteristi. Questa volta nel mirino dei carabinieri è finito il condominio "Athena 1" di via Monaco, nella parte di Zingonia sul territorio di Ciserano.
Durante le perquisizioni è stato arrestato in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti un marocchino 68enne, regolare, trovato in possesso di oltre mezzo chilo di hashish suddivisi in due panetti e 40 ovuli e di circa mezzo etto di cocaina. Denunciato a piede libero in concorso, invece, il figlio 14enne. Quest’ultimo, prima che i carabinieri entrassero in casa, su indicazione del genitore, ha cercato di nascondere lo stupefacente poi rinvenuto nel motore del climatizzatore che si trovava sul balcone di casa. Sequestrati anche duemila euro in contanti, nascosti nell'armadio della camera da letto. Dopo l'arresto, su disposizione del Pubblico ministero, il 68enne è stato portato in direttissima davanti al Tribunale di Bergamo che, dopo l'udienza di convalida, ne ha disposto la traduzione in carcere.
E’ stato, poi, rintracciato e arrestato su ordine di carcerazione un marocchino 19 enne colpito da provvedimento restrittivo emesso dalla Procura Generale presso la Corte d’Appello di Brescia. L’uomo dovrà espiare un anno e sei mesi circa di reclusione furti e rapine. Il 19enne si trova ora in carcere a Bergamo a disposizione della magistratura.
Rintracciato e arrestato anche un nigeriano 38enne colpito da mandato d’arresto europeo emesso dalla Spagna per gravi reati quali associazione a delinquere e favoreggiamento all’immigrazione clandestina. Il 38enne, infatti, sembra essere coinvolto in un’organizzazione di tratta di esseri umani. Ora si trova in carcere a Bergamo in attesa della richiesta di estradizione da parte delle autorità spagnole.
Un 29enne e un 19enne, entrambi marocchini e clandestini, con alle spalle già altri precedenti per spaccio sono stati arrestati in quanto destinatari di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP del Tribunale di Bergamo per spaccio continuato e aggravato di sostanze stupefacenti. Stessa sorte per un altro marocchino di 43 anni, con regolare permesso di soggiorno anch'egli raggiunto da un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per spaccio. Tutti e tre si trovano in carcere a Bergamo. Denunciato poi a piede libero per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti un 37enne marocchino trovato in possesso di circa 10 grammi di hashish.
Negli oltre 20 appartamenti perquisiti sono stati rintracciati anche sette stranieri, tutti di nazionalità marocchina e clandestini, per i quali è stata avviata la procedura di espulsione amministrativa tramite l’Ufficio stranieri della Questura di Bergamo.
Ritrovato e sequestrato poi complessivamente un altro mezzo chilo di hashish, in altri due appartamenti e persino nel sottotetto del condominio “Athena1”, recuperato, in questo caso, grazie soprattutto al contributo delle unità cinofile.
Individuati anche degli allacci abusivi alla corrente elettrica creati attraverso collegamenti realizzati tramite “fili volanti” che hanno fatto scattare le accuse per furto aggravato.
Anche in questa occasione è stata rilevata una situazione di estremo degrado all’interno degli appartamenti perquisiti, alcuni dei quali tra l'altro presentavano anche alcune modifiche edilizie per le quali verrà contestato l'abuso.
I carabinieri hanno dovuto persino sfondare e rimuovere anche le porte blindate degli appartamenti dove gli inquilini si rifiutavano di aprire spontaneamente per sottoporsi ai controlli. In un appartamento i militari hanno scoperto addirittura degli animali da cortile, galli e galline tenuti nelle stanze della casa.
E' il terzo blitz condotto dai carabinieri della Compagnia di Treviglio nel giro di pochi mesi e non si escludono altre operazioni sul territorio per garantire legalità e sicurezza.

Contattaci

 

Contatta la redazione di Treviglio TV.
Lo staff è a tua disposizione per qualsiasi esigenza.

Pubblicità

Contattaci per la tua pubblicità su Treviglio TV.

Troverai vantaggiose offerte per la tua campagna pubblicitaria.

Copyright

Copyright © 2011 Treviglio Tv 

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.